Veronica Lazar, il cinema da l’addio all’attrice

Veronica Lazar, il cinema da l’addio all’attrice

Veronica Lazar, attrice e moglie di Adolfo Celi, è morta l'8 giugno. Numerose le sue collaborazioni con il regista Bernardo Bertolucci.

“Le vie della parità. Le donne del Novecento sulle strade di Roma” : una mostra per ricordare le figure femminili che hanno fatto strada
Prossime uscite al cinema: i film in sala a partire dal 6 novembre
Una Stanza Tutta Per Lei, drammaturgie/percettibilità del terzo millennio al femminile

L’attrice – Veronica Lazar, attrice di origine rumena, compagna di Adolfo Celi, è morta domenica 8 giugno, all’età di 75 anni. Nata a Bucarest, classe ’38, dopo aver concluso gli studi ed interpretato alcuni ruoli nel suo Paese natale, l’attrice giunge in Italia negli anni ’60 e vi si stabilisce. Un debutto cinematografico di prim’ordine per lei, in ‘Ultimo tango a Parigi’ di Bernardo Bertolucci. Si fa conoscere al pubblico italiano e la collaborazione col regista continua in ‘La luna’, ‘Il tè nel deserto’, ‘L’assedio e Io e te’.

veronica lazar
Collaborazioni – Conosciuta anche dal pubblico internazionale per i suoi ruoli nel cinema horror: recità ne ‘L’Aldilà’ di Lucio Fulci e in ‘Inferno’ di Dario Argento, film in cui interpreta il personaggio cult di Mater Tenebrarum. Collaborazione di rilievo è anche quella con Michelangelo Antonioni in ‘Identificazione di una donna e ‘Al di là delle nuvole.  Tra i lavori più interessanti dobbiamo citare la partecipazione nel film del 2011 di Roy Bava, ‘Sei passi nel giallo – gemelle.

Altre informazioni
– Nel 1966 si è sposata con l’attore, sceneggiatore e regista italiano Adolfo Celi, con cui ha avuto due figli: Alessandra e Leonardo. La Lazar era presidentessa della Fundatia Itaro Arte, una fondazione artistica, che ha organizzato una rassegna cinematografica sui film rumeni, svoltasi a Roma e a Pisa nel 2007.

Ultima apparizione – L’ultima apparizione cinematografica è stata ‘Io e te’ di Bertolucci, in cui interpreta la nonna del protagonista quattordicenne. Con il regista italiano, Veronica Lazar, ha aperto e chiuso il cerchio della sua grande carriera.

Citazione – “Anche se un marito vivesse duecento maledetti anni, non scoprirebbe mai la vera natura di sua moglie. Potrei anche… potrei anche arrivare a capire l’universo, ma non riuscirò mai a scoprire la verità su di te, mai”, è una delle citazioni dal film ‘Ultimo tango a Parigi’, in cui la Lazar ha interpretato il personaggio di Rosa.