Unioni Civili: quando l’amore diventa poesia di una vita

Unioni Civili: quando l’amore diventa poesia di una vita

Unioni Civili, Maria Laura e Lidia: "A settant'anni ci diciamo Sì"

Maria Laura Annibali e Lidia Merlo due settantenni unite civilmente dalla senatrice Monica Cirinnà il 23 novembre scorso.

Unioni Civili

Unioni Civili, Maria Laura e Lidia: “A settant’anni ci diciamo Sì”

Maria Laura e Lidia, insieme, elegantissime nel loro smoking bianco, splendenti di una giovinezza senza tempo nonostante gli incombenti settanta anni, hanno raggiunto la chiesa sconsacrata S. Maria in Tempulo, alle Terme di Caracalla, in una mercedes nera sulla quale balzava in grande evidenza un nastro con i colori dell’arcobaleno. Ad accoglierle con un applauso davvero affettuoso, tanta gente festosa e commossa, i parenti e i numerosissimi amici, molti dei quali compagni di tante lotte in difesa dei diritti degli omosessuali, gli attivisti lgbt: da Imma Battaglia, leader del movimento, a Roberta Mesiti, presidente di Agedo Roma (Associazione genitori degli omosessuali), ma le più emozionate erano loro che, tenendosi per mano, hanno salutato e ringraziato tutti, forse ancora incredule, dopo tante battaglie affrontate, di avercela fatta, di aver raggiunto il sospirato momento del si.

Ed è stato lunghissimo siiiiiiiiiiiiiiiiiiii risuonato nella chiesa come un eco quello pronunciato da Maria Laura presidente del “Digay projet” cui è seguito quello di Lidia,  secco e forte, sigillo di tutta una vita,  atteso e maturato in quindici anni di amore.

Unioni Civili: Monica Cirinnà celebra l’amore di Maria Laura e Lidia

Monica Cirinnà ha letto gli articoli della legge sulle unioni civili davanti ad un pubblico attento e partecipe ed ha chiesto scusa anche per conto dei suoi colleghi parlamentari per aver fatto attendere più di trent’anni … Inoltre, poiché il fondamento di questa legge è nei valori della libertà, della dignità e della laicità della persona, ha affermato che andrà avanti nell’impegno dell’equiparazione al matrimonio e alla stepchild adoption.

Unioni Civili

Unioni Civili: quando l’amore diventa poesia di una vita

Maria Laura, l’estroversa, l’artista, ha dedicato poi la cerimonia ai suoi familiari scomparsi e a coloro che avrebbero voluto, ma non sono arrivati a questa possibilità, poi ha recitato due poesie come omaggio d’amore a Lidia , che in modo conciso ed essenziale, ha contraccambiato con un: “per sempre…” suscitando altri momenti di commozione tra i presenti.

“La mia vita è poesia” aveva affermato Maria Laura in una intervista fattale per Female World qualche tempo fa, quando ancora la legge sulle unioni civili non era ancora in vigore e quando le era stato chiesto se considerasse corretto il termine matrimonio tra persone dello stesso sesso aveva risposto: “Amo usare il termine ‘omoaffettività’. Non l’ho inventato io, ma mi sarebbe piaciuto. La definizione omosessualità mette al primo posto la sessualità. Se però si mette in evidenza l’affettività quale differenza può esserci tra il matrimonio eteroaffettivo e quello omoaffettivo?”.

Sabina Caligiani

COMMENTI

WORDPRESS: 3
  • comment-avatar
    Maria Federica Gaudioso 3 anni ago

    Ringrazio la brillante giornalista che con empatica partecipazione ha saputo descrivere un momento storico che percorre tutti i tempi e che soprattutto ha commosso tutti.

  • comment-avatar

    […] Female World  ha parlato dell’unione civile di Maria Laura e Lidia, celebrata il 23 novembre scorso a Roma. […]

  • comment-avatar

    […] per le strade di una capitale europea è un gesto incommentabile, che offende non solo la comunità LGBT, ma l’itera fetta di popolo che crede nella reale libertà dell’individuo, sia essa […]