Tumore al seno: esami del sangue per prevenire la ricaduta

Tumore al seno: esami del sangue per prevenire la ricaduta

Il tumore al seno risulta essare una malattia molto frequente nelle donne

Il tumore al seno risulta essere una malattia molto frequente nelle donne in maniera particolare in quelle che hanno compiuto più di 50 anni. Il tumore al seno è la crescita di cellule maligne all’interno di un tessuto normale, queste cellule crescono in maniera molto veloce e sono in grado di distaccarsi dal tessuto da dove si sono generate per andare ad espandersi nelle zone circostanti creando delle metastasi in pochissimo tempo. Questo tumore inizialmente non presenta dolori particolari ma potrebbe presentarsi con rossori o secrezioni al capezzolo oppure con la presenza di noduli palpando il seno, questi potrebbero essere due campanelli d’allarme molto importanti da non sottovalutare. Per avere maggiori informazioni per quanto riguarda il tumore al seno, cliccate qui.

tumore al seno analisi del sangue

Tumore al seno: esami del sangue per prevenire la ricaduta – Le donne che hanno avuto il tumore al seno possono eseguire un semplice prelievo del sangue per prevenire la ricomparsa delle cellule maligne. Ad affermare ciò è uno studio effettuato da un team di ricercatori britannici e statunitensi, coordinato da Nicholas Turner dell’Institute for Cancer Research e del Royal Marsden Hospital di Londra. Essi hanno pensato ad un test sanguigno capace di identificare tracce di dna tumorale rimaste nel flusso sanguigno a seguito dell’intervento chirurgico. Queste analisi sono in grado di prevenire fino ad otto mesi prima la ricomparsa delle cellule maligne dando così il tempo di prendere i giusti provvedimenti antitumorali. Lo studio è stato effettuato su 55 donne inglesi vittime di tumore al seno, le quali dopo la rimozione delle cellule maligne si sono sottoposte a questo test sanguigno ed è risultato che 15 di essere hanno avuto la ricaduta così come aveva evidenziato il test otto mesi prima. Questo test potrebbe cambiare il trattamento del cancro al seno. Prima di portare questo nuovo test nei trattamenti ospedalieri deve passare una fase di trial clinici più ampia che partirà all’inizio del 2016. Se anche dopo ciò l’esito sarà positivo sarà un successo molto positivo nel campo medico ma in maniera particolare sarà un importante riscontro per questa malattia tanto diffusa.

Tumore al seno: la prevenzione è importante – Alla base di ogni malattia c’è una cosa molto importante che si chiama prevenzione. L’autopalpazione che si effettua da sole è molto importante, leggete qui per capire meglio come si effettua. Inoltre un’altra cosa molto importante è ricordare che Ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno quindi in molte città italiane saranno tanti gli incontri dove poter effettuare test e controlli gratuiti ed inoltre un evento molto importante è la Race for the Cure, la manifestazione che ogni anno raccoglie fondi per la ricerca del tumore al seno.

COMMENTI

WORDPRESS: 1
  • comment-avatar

    […] Olio d’oliva e tumore al seno – Il tumore al seno è il tumore delle donne più diffuso al mondo e se non viene curato immediatamente ha ancora un tasso di mortalità molto elevato. Esso è costituito da una massa di tessuto anormale all’interno di un tessuto normale dove la crescita delle cellule maligne è veloce e incontrollata, leggi qui per saperne di più sul tumore al seno. Il tumore al seno, come altre malattie, si può prevenire stando attenti principalmente all’alimentazione. Per esempio la dieta mediterranea ricca di frutta, verdura, pesce, olio ecc risulta benefica per prevenire diverse malattie. Uno studio pubblicato sul Journal of American Medicine e riportato da The Daily Best ha analizzato l’incidenza di cancro al seno su 4282 donne di età compresa tra 60-80 anni sottoposte a tre diverse diete: una dieta mediterranea con un incremento di olio extravergine di oliva, una dieta mediterranea con un supplemento di noci, e una dieta povera di grassi. Dopo 5 anni i risultati sono stati che le donne che hanno seguito la dieta con l’olio d’oliva hanno avuto il 68 percento in meno di rischio di cancro al seno rispetto alle 1391 donne che avevano seguito le altre due diete. Questa nuova scoperta è merito del Dottor A. Martínez-González dell’Università della Navarra (Pamplona) che precedentemente aveva effettuato delle ricerche sulla dieta mediterranea. Questo studio dovrà essere effettuato su un numero maggiore di donne in un periodo di tempo più lungo. Le ricerche sul tumore al seno sono in continua evoluzione, leggete qui un’altra interessante scoperta molto interessante per le donne edd il tumore al se…. […]