Tradimenti estivi: corna sotto l’ombrellone

Tradimenti estivi: corna sotto l’ombrellone

Confessare i tradimenti estivi o tacere le nostre scappatelle ai nostri partner? Leggi l'appassionante storia di Carla e Luigi

Oggi parliamo di tradimenti estivi, un argomento che ‘scotta’ in questi primi infuocati giorni d’estate. La nostra lettrice ci ha mandato una mail in cui ci chiede consiglio e noi, come al solito, siamo qui per ascoltarla. Tradimenti estivi: quando le corna sono sotto l’ombrellone. Voi che ne pensate?

Tradimenti estivi

Tradimenti estivi: corna sotto l’ombrellone

Ciao amiche di FemaleWorld.it, sono Carla ed ho 25 anni. Sto insieme a Luigi da quasi tre anni. Come tutti gli anni, abbiamo deciso di andare in ferie nel mese di Giugno, optando per le incantevoli spiagge del Salento, che ci hanno ospitato per dieci giorni. Sono stati per me i dieci giorni più belli degli ultimi anni, visto che ho incontrato un ragazzo con cui ho avuto un inaspettato flirt. Vi racconto in sintesi quanto successo: il primo giorno ci siamo recati in spiaggia. Non conoscendo la zona ci siamo fermati al primo stabilimento balneare, il più vicino alla casa che avevamo preso in affitto. Non immaginavamo che già a metà Giugno potesse essere così affollato! La prima giornata di mare è stata traumatica per via del sole cocente e della mia pelle troppo chiara. Inutile dirvi che già a metà giornata sembravo un peperone arrosto. Mentre Luigi si godeva il relax sulla sdraio, io cercavo di stare in acqua il più possibile alla ricerca di un po’ di refrigerio. Proprio in acqua è avvenuto qualcosa che non potevo aspettarmi: ho conosciuto un ragazzo e tra di noi c’è stata subito una grande sintonia. Avevo spesso sentito parlare di tradimenti estivi, e questa volta ci sono cascata in pieno. Abbiamo cominciato a parlare e, di lì a poco, ho capito che gli interessavo… e che lui interessava a me. Ci siamo diretti entrambi al bar della spiaggia, mentre Luigi era a prendere il sole. Dopo una lunga chiacchierata mi ha lasciato il suo numero di telefono e mi ha salutata dandomi un bacio a stampo. Di lì è cominciata la nostra storiella estiva. Abbiamo messaggiato di continuo ed ogni giorno che andavamo in spiaggia ci davamo appuntamento al bar. Lui aveva affitato un cabina sulla spiaggia e un paio di volte mi ha portata lì ed è esplosa la passione. Una mattina il mio fidanzato mi ha chiesto se ero intenzionata ad andare con lui in un’escursione. Ho finto di sentirmi male e sono rimasta nell’appartamento che abbiamo affittato per le vacanze. Dopo poco ho chiesto a l’altro di raggiungermi. Il giorno in cui ce ne siamo andati ero disperata. Come avrei fatto a rivederlo? Le sue vacanze sarebbero durate ancora alcuni giorni, mentre io ero costretta a rientrare. Ora che sono tornata alla mia solita vita, non riesco a star bene con Luigi come un tempo. Sono spesso scontrosa con lui e continuo ad inviare messaggi all’altro. Non ci siamo però mai sentiti per telefono. Ci limitiamo a messaggiare e a ricordare i bellissimi giorni di passione vissuti insieme. Cosa dovrei fare? Confessare il mio tradimento estivo a Luigi, o continuare a tacere?

Tradimenti estivi: solo semplici flirt estivi o sono sintomi di qualcosa di più?

Mia cara Carla, non sei la prima e non sarai di certo l’ultima donna al mondo a cascare in quelli che comunemente vengono chiamati tradimenti estivi. Questi flirt estivi, o scappattelle (come mi piace chiamarle), spesso sono sintomo di qualcosa in più. Forse la tua era più una voglia di evadere da un rapporto diventato troppo abitudinario. Non mi hai parlato quasi per nulla del tipo di rapporto che hai con il tuo Luigi, quindi non ho un completo quadro della situazione della tua vita sentimentale. Solitamente, però, questi tradimenti estivi restano circoscritti alla stagione caliente. Complice il caldo, qualche pezzo di pelle abbronzata più in vista, magari un costumino succinto… e il tradimento è fatto! A mio avviso, però, le scappatelle estive non accadono mai senza un perché; quasi sempre infatti, è la goccia che fa traboccare il vaso, mettendo in evidenza problemi che erano già presenti da tempo nella coppia. Solitamente cercare un’altra persona è sinonimo di insoddisfazione e vuol dire che non sono stati affrontati problemi nella coppia.

Quando bisogna confessare i tradimenti estivi

Veniamo ora alla tua ultima domanda: confessare il tradimento estivo, o tacere e continuare la propria vita con il proprio partner fingendo che nulla sia accaduto? Ebbene, mia cara Carla, in estate le corna si sprecano sotto l’ombrellone. Ma ci sono casi in cui bisogna saper tacere e casi in cui bisogna saper confessare il tradimento. Solo al tuo cuore è concesso dire quale è il tuo caso. Ascoltalo e saprai decidere per il meglio!

COMMENTI

WORDPRESS: 0