Spose bambine in Ciad: la campagna di sensibilizzazione Unicef(VIDEO)

Spose bambine in Ciad: la campagna di sensibilizzazione Unicef(VIDEO)

Spose bambine: questo è l'argomento della nuova campagna Unicef contro i matrimoni prematuri in Ciad.

Unicef contro il fenomeno delle spose bambine – Le spose bambine sono le protagoniste del nuovo video virale, creato dalla campagna di sensibilizzazione promossa dall’Unicef per combattere il fenomeno delle giovani spose in Ciad. Le spose bambine sono a tutti gli effetti vendute prima della pubertà, ovviamente contro il loro volere, e costrette a sposarsi con un uomo molto più grande di loro. Oltre alle modificazioni genitali subite, queste ragazze non hanno l’opportunità di studiare e di lavorare: “Alle ragazze che si sposano prima dei 18 anni è negata la loro infanzia. Sono socialmente isolate e sottoposte a violenza. Non hanno opportunità di istruzione e occupazione” spiega Bruno Maes, rappresentante Unicef.

spose bambine

spose bambine

 

Il video sulle spose bambine – La campagna di sensibilizzazione si apre con due frasi molto suggestive: “In Ciad è più probabile che una bambina muoia di parto che frequentando il liceo”; “In Ciad 7 bambine su 10 si sposano prima dei 18 anni”. Il fenomeno delle spose bambine è dilagante in Ciad: è il terzo paese al mondo con un tasso del 68% di “matrimoni” precoci (qui spose bambine in Italia). Il video mostra l’esistenza profondamente infelice e rassegnata di una sposa bambina. Tuttavia con la frase “La storia sarebbe potuta essere diversa” si apre uno scenario alternativo riguardo la vita delle ragazze in Ciad: una storia in cui le ragazze sono libere di vivere la propria adolescenza, libere di studiare, libere realizzarsi, libere di fare ciò che vogliono.

L’hashtag di Unicef Italia – Unicef Italia ha deciso di lanciare l’iniziativa contro i matrimoni precoci durante la giornata internazionale delle donne, l’8 marzo. Per far luce sull’infanzia negata a milioni di bambine, Unicef Italia lancia l’hashtag #8marzodellebambine. Secondo il presidente dell’Unicef Italia Giacomo Guerrera:L’istruzione delle bambine è l’investimento più potente che una nazione possa fare, perché accelera la lotta contro la povertà, le malattie, la disuguaglianza e la discriminazione di genere”.

Guarda IL VIDEO della campagna

http://video.d.repubblica.it/attualita/ciad-giovani-spose-tristi-la-campagna-unicef/2488/2532

COMMENTI

WORDPRESS: 2
  • comment-avatar

    […] Così si leggono le caratteristiche delle donne dell’ISIS, il gruppo estremista islamico: “Sposati a nove anni, nasconditi sotto un velo, resta a casa a servire tuo marito (perché per quello sei stata creata). […]

  • comment-avatar

    […] Le iniziative: Telefono Azzurro – Telefono Azzurro è una delle principali associazioni di volontariato che si occupa dell’ascolto, del supporto e della tutela dei bambini che abbiano bisogno di aiuto. Il 21 e il 22 novembre 2015, in occasione della Giornata Internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, i volontari di Telefono Azzurro saranno nelle maggiori piazze italiane a distribuire delle ‘Casette di Luce’, simbolo della purezza dei bambini, in cambio di una donazione all’associazione che, se sostenuta, può dare un maggiore supporto grazie al potenziamento delle linee d’ascolto. L’iniziativa lanciata, “Accendi l’Azzurro”, ha lo scopo di sensibilizzare il pubblico a non restare indifferenti dinanzi alle grida d’aiuto di bambini che vengono violati, fisicamente o verbalmente, in contesti per lo più familiari dove è proprio l’ascolto a mancare. E ancor prima di questo, l’iniziativa vuole ricordare come sia necessario e umano rispettare i diritti di coloro che sono i più indifesi, i bambini (per la campagna di sensibilizzazione condotta dall’Unicef, clicca qui). […]