Rughe: una nuova combinazione di farmaci contro i segni del tempo

Rughe: una nuova combinazione di farmaci contro i segni del tempo

Causate da una carenza di collagene e di elastina la ruga in dermatologia altro non è che una piega, più o meno marcata, sulla superficie della pelle. Secondo gli esperti l’elisir dell’eterna giovinezza sta in nuove combinazioni a base di Retinolo, combinato con DMC ( diidross-metil-cromone), e acido ialuronico

Quando compaiono le prime rughe – Causate da una carenza di collagene e di elastina la ruga in dermatologia altro non è che una piega, più o meno marcata, sulla superficie della pelle.
Secondo gli esperti si dovrebbe iniziare il trattamento contro le rughe con creme anti-età già a 25 anni poiché ad un quarto di secolo la pelle comincia, seppur in maniera impercettibile, a ridurre la sua elasticità e dare i primi segni di cedimento.
Nella maggior parte delle donne la prima ruga compare dopo i 30 anni, nel 17% dei casi tra i 35 e i 40 anni mentre nel 12% dopo i 40 anni e i punti sono sempre quelli: contorno occhi, fronte, labbra e collo. Almeno secondo quanto stabilito dal sondaggio “ le donne italiane e le rughe” condotta su 800 donne e realizzata dall’istituto di indagine “Astraricerche”.

rughe- nuovi farmaci

Rassegnazione o ostinazione? – Sono poche le donne che si arrendono pacificamente ai segni del tempo che scorre anche se, si sa, più si cresce e si invecchia più si diventa saggi.
Le più agguerrite ricorrono ad estetiste o a medici estetici e così tra botulino, filler, acido ialuronico e vitamine le over 40 potranno spacciarsi, senza darlo a vedere, per under 35.
Le meno combattive invece ricorrono a creme anti-età o iperidratanti convinte che, tra una spalmata e l’altra, prima o poi le rughe spariscano.
Solo il 10% delle donne ignora il problema ed invecchia col sorriso.

Nuova combinazione di farmaci contro le rughe – Ma quali sono i nuovi rimedi contro le rughe e i segni del tempo?
Secondo gli esperti l’elisir dell’eterna giovinezza sta in nuove combinazioni a base di Retinolo, combinato con DMC ( diidross-metil-cromone), e acido ialuronico. Come spiega il direttore dell’Unità di dermatologia dell’ospedale San Gallicano di Roma, il Retinolo stimola i fibroblasti inducendoli a produrre collagene ed elastina a scopo riempitivo e migliorando l’elasticità della pelle. Il DMC riduce l’effetto irritante del Retinolo mentre l’Acido Ialuronico riempie e distende le rughe dall’interno.

COMMENTI

WORDPRESS: 0