Rovereto: uccide la moglie poi si suicida

Rovereto: uccide la moglie poi si suicida

Ennesimo caso di femminicidio: si tratta di un omicidio/suicidio a Rovereto

Ancora un caso di femminicidio, stavolta a  Rovereto.

Protagonista un uomo di origini colombiane, Michaele Emmanuel Ocampo Ballestas, di 28 anni.

L’uomo, in preda a un raptus, avrebbe ucciso la propria moglie Jimenez Cuadrado Yurani, 29 anni, per poi togliersi la vita lanciandosi sotto un treno.

La donna, invece, è morta soffocata.

Ennesimo caso di femminicidio: si tratta di un omicidio/suicidio a Rovereto

Ennesimo caso di femminicidio: si tratta di un omicidio/suicidio a Rovereto

Polfer e Polizia di Stato indagano – I due erano sposati dal 2009. La donna lavorava in un bar del posto, mentre il marito si era licenziato quindici giorni fa da un locale. È stata la squadra mobile di Trento a rinvenire il corpo scoprendo la donna senza vita intorno alle 18, a casa, senza apparenti segni di lite nell’abitazione.

Il ritrovamento, tuttavia, è avvenuto solo successivamente alla scoperta del cadavere del marito.

La Polfer, ritrovatasi di fronte al suicidio di Ocampo Ballestas poco prima delle 12 ha inviato la segnalazione ed è stato facile collegare i due avvenimenti.
L’uomo si è buttato sotto il treno che copre la tratta da Roma a Bolzano e la circolazione era stata bloccata a lungo. È apparso subito chiaro come le due morti fossero legate tra loro da un filo: l’omicidio di lei seguito dal gesto disperato di lui. I poliziotti nelle prime ore hanno lavorato per escludere l’azione da parte di terzi nel delitto, ma l’ipotesi non è stata presa in considerazione.
Non ancora chiaro il movente – Il medico legale, è giunto in tarda serata da Verona, e la polizia sta indagando per risalire al movente del gesto che non appare ancora chiaro e la polizia lavora nel raccogliere testimonianze sulla vita della coppia.

Ennesimo femminicidio in Italia, dunque, anche se la mano delittuosa è risultata facilmente individuabile e si tratta del primo caso di omicidio/suicidio.

COMMENTI

WORDPRESS: 0