Profumo: come scegliere quello adatto?

Profumo: come scegliere quello adatto?

Floreale, cipriato, agrumato, legnoso... quale profumo scegliere?

A ognuno il suo profumo – Il profumo fa parte dell’intimità, dunque rispecchia il nostro carattere e la nostra personalità. Una regola fondamentale per sceglierlo: a ogni pelle la sua fragranza; una volta scelto, il profumo, va spruzzato sul polso, e dopo qualche secondo si potranno scoprire la sua natura, il suo carattere e l’effetto che ha sulla pelle. Floreale, cipriato, agrumato, legnoso… quale profumo scegliere?

quale profumo scegliere

Come scegliere quello adatto – In base all’intensità che si desidera durante la giornata, si possono scegliere i più delicati come l’ eau de toilette, l’acqua e l’olio profumato, oppure quelli più forti come l ‘eau de parfum e il profumo vero e proprio. Molti profumi sono considerati unisex e alcuni prodotti maschili vengono utilizzati anche dalle donne. Nel mondo femminile dominano le fragranze più dolci, come quella floreale, la più diffusa nell’industria profumiera, che si ispira a un unico fiore o a un “bouquet”, e quella cipriata, contraddistinta dal muschio di quercia. Quello che importa è scegliere in base ai propri gusti. E poi, due gocce sui polsi e dietro le orecchie, e farlo più volte, ma senza esagerare con le dosi, per rimanere profumati tutta la giornata.

Alcuni accorgimenti – I profumi, come tutti i prodotti cosmetici, hanno una scadenza: più è alta la gradazione alcolica (l’alcol è un conservante) più sarà lunga, ma di solito non va oltre i 36 mesi. La fragranza, specie se sono stati esposti alla luce, tenderà a cambiare e a perdersi. Esistono fragranze dedicate anche ai più piccoli, di solito floreali e molto delicate. Bisogna fare attenzione che siano senza alcol per non irritare la loro pelle delicata, e che gli ingredienti siano naturali. Da preferire le acque profumate. Nel mondo maschile prevalgono invece le fragranze più forti: quelle agrumate, composte da oli essenziali ricavati dalle bucce di frutti come arancia, mandarino e limone, e quelle legnose.

COMMENTI

WORDPRESS: 0