Pose: lo show di Ryan Murphy con il maggior numero di attori trans

Pose: lo show di Ryan Murphy con il maggior numero di attori trans

Finalmente è stata ordinata la prima stagione del nuovo show di Ryan Murphy, Pose, la serie TV pronta a rivoluzionare il modo di vedere del pubblico.

The Assassination of Gianni Versace: quanto c’è di vero?
Lady Gaga, pubblicità natalizia con Tony Bennett per la cantante
American Horror Story 4: tutte le novità della quarta stagione

Si può definire quasi un recoerd per la televisione americana, più o meno una cinquantina di attori trans sono stati ingaggiati per far parte della nuova serie televisiva ideata da Ryan Murphy, il noto creatore di serie cult come American Horror Story, Glee e Feud. Murphy con Pose, il suo nuovo progetto, sembra volersi spostare sempre più in là affrontando tutti i tabù che fanno scalpore ancora ai giorni nostri.

Ordinati Ufficialmente 8 episodi per Pose

Questo ottobre, dopo aver divulgato qualche curiosità sul cast, è stato annunciato l’ordine da parte della Fox di un episodio pilota per Pose e ora sembra che il lavoro di Ryan Murphy sia stato ricompensato con l’ordine di ben otto puntate per la prima stagione. Questo febbraio si svolgeranno le riprese e la prima puntata andrà in onda questa estate sulla rete televisiva statunitense. All’interno del cast sono presenti Evan Peters, che si è fatto amare in ogni puntata di American Horror Story, accompagnato da Kate, anche lei protagonista di American Horror Story, entrambi interpretano una coppia del New Jersey che vanno alla scoperta di tutto il glamour che ha da offrire l’enorme città di New York.

Pose la serie Tv di Ryan Murphy

Scena tratta dal pilot di Pose.

Pose: Ryan Murphy ci porta nella Manhattan degli anni Ottanta

Ebbene sì, in questo show esamina i differenti aspetti della New York del 1980, includendo la nascita della cultura LGBTQ. Pose si appresta a essere una serie TV pronta a fare la storia della televisione, grazie al suo esteso cast di attori transgender e della comunità LGBTQ scritturati per prendere parte a questo progetto variopinto che si appresta a diventare l’ennesimo successo ideato da Ryan Murphy.

Pose: la battaglia universale per far riconoscere la propria identità

Attori e attrici transgender negli ultimi anni stanno avendo più spazio all’interno dell’industria del cinema. Finalmente è stata data a loro la possibilità di costruirsi una vera e propria carriera sul grande e piccolo schermo, come ad esempio l’attrice Laverne Cox, conosciuta per il suo ruolo di Sophia in Orange is the New Black; Jamie Clayton, conosciuta come Nomi di Sense8, che ha anche partecipato a pellicole cinematografiche come The Neon Demon e L’uomo di neve con Michael Fassbender.

La serie Pose sarà l’evento dell’anno 2018

Ryan Murphy si dice orgoglioso di aver messo in atto la produzione di una serie telvisiva che, già dall’inizio, presenta un vasto cast di attori e attrici transgender: “Già dalla prima stagione saranno presenti più di cinquanta personaggi appartenenti alla comunita LGBTQ, effettivamente un record per la televisione statunitense. Non vedo l’ora che l’audience assista a questo immenso progetto di cui ne fa parte una talentuosa e appassionata crew.”, queste sono le parole di Murphy che descrivono Pose, il suo nuovo progetto pronto a rivoluzionare la televisione mondiale e a seguire il modo di vedere il mondo da parte del pubblico.