Palestina con i miei occhi, racconti e disegni di una ragazza di Gaza

Palestina con i miei occhi, racconti e disegni di una ragazza di Gaza

Venerdì 25 ottobre, alle ore 18, la Casa Internazionale delle Donne di Roma ospiterà un incontro con Shad Abusalama, blogger, pittrice e attivista palestinese, in Italia per presentare Palestine from my eyes – una blogger a Gaza, pubblicato da Lorusso Editore, traduzione italiana dei racconti contenuti nel blog, arricchiti dai suoi disegni.

Venerdì 25 ottobre, alle ore 18, la Casa Internazionale delle Donne di Roma ospiterà un incontro con Shad Abusalama, blogger, pittrice e attivista palestinese, in Italia per presentare la raccolta di racconti e disegni tratti dal suo blog: Palestine from my eyes, “Palestina con i miei occhi”.

1464994_shahd-abusalama-palestincanka-crop

Avere 22 anni a Gaza – Shahd è giovanissima: nata nel 1991 nel campo profughi di Jabalia, nella striscia di Gaza, è originaria del villaggio di Beit Jirja, dove i suoi nonni subirono la pulizia etnica nel 1948. Si è laureata in Letteratura inglese e dal 2010 cura proprio in inglese il suo blog, Palestine from my eyes, seguito in tutto il mondo. Qui Shahd racconta con scritti e disegni la sua vita quotidiana, la storia della sua famiglia di rifugiati e del padre prigioniero per 15 anni nelle carceri israeliane. La sua testimonianza diretta ci racconta dall’interno una realtà che di solito conosciamo solo da fuori: quella del territorio sotto assedio di Gaza, della paura e la resistenza sotto gli attacchi di Israele e delle lotte dei prigionieri politici palestinesi.

Shahd collabora anche con il sito di Electronic Intifada: http://electronicintifada.net/blogs/shahd-abusalama

In questi giorni, Shahd si trova in Italia per presentare il libro Palestine from my eyes – una blogger a Gaza, pubblicato da Lorusso Editore www.lorussoeditore.it, traduzione italiana dei racconti contenuti nel blog arricchiti dai suoi disegni. Il lavoro è stato realizzato anche grazie anche alla collaborazione di Zaatar, associazione italiana di solidarietà con il popolo palestinese www.associazionezaatar.org. Durante l’incontro di venerdì saranno disponibili alcune copie del libro, in distribuzione nelle librerie dal 23 settembre.

Scrivere e disegnare, per avere voce – Con queste parole Shahd racconta il suo lavoro:

Sin da piccola, iniziai a disegnare la Palestina dai miei occhi, assediata dal filo spinato, i polsi ammanettati, i bambini dei campi profughi che tenevano la chiave del ritorno e gli occhi pieni di lacrime con la speranza della pace.

Iniziai a scrivere all’età di 17 anni, dopo i 22 giorni di massacro commesso dall’esercito di Israele contro il nostro popolo nel 2008-2009. Avevo la terribile sensazione di essere isolata dal resto del mondo.

Volevo combattere l’ignoranza che disumanizzava me e il popolo palestinese. Usai la lingua inglese per tradurre il dolore, la resistenza e l’umanità del mio popolo al resto del mondo, per far ascoltare la sua voce soffocata.

Io sono una dei fortunati. Sono una palestinese che non è più senza voce.

 

PALESTINA CON I MIEI OCCHI
venerdì 25 ottobre 2013
ore 18:00-20.30
presso: Casa Internazionale delle Donne
Via della Lungara Vecchia, 19 ROMA

INTERVENGONO:

Luisa Morgantini
già Vice Presidente Parlamento Europeo – Presidente AssoPacePalestina

Francesca Koch
Casa Internazionale delle Donne

Luigi Lorusso
Editore

Lema Nazeeh
Coord. Comitati Popolari per la resistenza nonviolenta palestinese

Per info:
lmorgantiniassopace@gmail.com
348.3921465
liv.parisi@gmail.com
http://www.assopacepalestina.org

Il blog Palestine from my eyes: http://palestinefrommyeyes.wordpress.com/

Shahd Abusalama su Twitter: @ShahdAbusalama

COMMENTI

WORDPRESS: 0