Napoli, Ole.01 il Festival Internazionale della Letteratura Elettronica

Napoli, Ole.01 il Festival Internazionale della Letteratura Elettronica

Per la prima volta in Italia letteratura e tecnologia digitale si incontrano

La “E-literature” sbarca a Napoli- Ha esordito qualche giorno fa presso il Palazzo delle Arti di Napoli, il primo Festival Internazionale della Letteratura Elettronica, diretto da Lello Masucci. La manifestazione partenopea presenta come motto Elecrify your imagination sottolineando l’unione tra la creatività letteraria e i mezzi di comunicazione digitali come gli E-book. Chi lo dice che solo carta e penna fanno uno scrittore? Blog, Facebook, Twitter e YouTube posso dare la possibilità a chi vuole di esprimersi condividendo opinioni, fantasia e notizie. Il Festival, che chiuderà il 3 novembre prossimo, è nato in collaborazione con la Regione Campania, il Comune di Napoli e il sostegno della Comunità Europea.

ebook

 Cos’è la letteratura elettronica?- Per “letteratura elettronica” si intendono opere di vario genere ma scritte direttamente su supporti digitali come il computer, internet e software appositi con lo scopo di condividerle. È proprio questo lo scopo del Festival: diffondere ad un pubblico più ampio un nuovo modo di fare letteratura, adattato ai tempi attuali sostenuto dalla tecnologia digitale. Questo tipo di letteratura, chiamato anche eLetterature o letteratura digitale, è un fenomeno ben radicato all’estero in città come New York, Berlino e Londra. Forte è la necessità di guardare al futuro grazie alla fusione di i nuovi mezzi do comunicazione che cambiano il modo di approcciarsi al libro che basta sfiorare il touch-screen per voltare pagina.

 Programma degli eventi- La grande rassegna prevede un programma ricco tra eventi, mostre, istallazioni e incontri sparsi  in tutto il capoluogo campano per tutto il mese di ottobre. Tutto girerà intorno al tema Memoria del futuro: conoscere le proprie radici per progettare il futuro come la mostra permanente con opere create appositamente per il Festival come quelle di Oliver Auber, artista indipendente, Caterina Davinio, pioniera della computer art, e il poeta digitale Jason Nelson. Il programma prevede numerose  conferenze tra cui Mario Costa che disserterà sulla definizione della letteratura digitale, workshop  come quello di Daniela Calisi “Il libro del futuro è il libro del presente”, concerti di musica elettronica e proiezioni di video poesia 3D.

Luciana Travierso

COMMENTI

WORDPRESS: 0