Maestro omosessuale fa coming out e riceve una lettera da un’alunna: “Sei grande, incredibile, coraggioso”

Maestro omosessuale fa coming out e riceve una lettera da un’alunna: “Sei grande, incredibile, coraggioso”

"Anche se sei gay ti tratterò come ho sempre fatto, perché sei fantastico, brillante, coraggioso"

Maestro omosessuale spiega l’omofobia ai suoi alunni – Un insegnante di una scuola elementare, dopo averne parlato con il Preside della scuola, ha deciso di trattare con i suoi alunni un tema molto delicato ma che lo riguardava in prima persona: l’omosessualità. Il maestro omosessuale, molto amato dai suoi alunni, infatti ha fatto coming out di fronte ai suoi studenti, dichiarando apertamente di essere gay e di avere un fidanzato. L’obiettivo del coming out? Mostrare quanto sia sbagliata ed ingiusta l’omofobia. Quello che l’insegnante non si aspettava era di ricevere in risposta una lettera commovente da una sua alunna di 9 anni. Infatti il maestro omosessuale si è commosso fino alle lacrime dopo aver letto le parole della sua piccola alunna, scritte su una letterina colorata infilata sotto la porta della classe. Un gesto di grande solidarietà nei confronti del maestro che ha voluto affrontare il tema dell’omofobia con i suoi scolari portando un esempio concreto.

lettera di un'alunna a maestro omosessuale

La commovente lettera dell’alunna di 9 anni al maestro omosessuale – Ecco il testo della lettera al maestro omosessuale :

“Caro Mr R,
anche se sei gay, ti tratterò come ho sempre fatto. Continuo a pensare di te quello che ho sempre pensato. Sei un grande maestro e questi sono solo alcune delle parole che ti descrivono: grande, incredibile, fantastico, brillante e coraggioso. Il motivo per cui dico coraggioso è perché condividere un segreto così personale vuol dire essere molto coraggiosi. Non devi avere paura, perché so che tutti in classe sentono quello che sento io. P.S. Siamo tutti orgogliosi di te.”

“Quando insultano gli omosessuali, insultano anche me” – Il maestro omosessuale ha dichiarato al Pink News: “Prima ho chiesto loro se avvertissero la parola ‘gay’ come un insulto. Nessuno di loro ha alzato la mano. Poi ho chiesto se pensassero che le persone omosessuali avessero qualcosa di sbagliato. Di nuovo nessuna mano alzata”. Il maestro omosessuale, molto amato dai suoi alunni e dai loro genitori, ha così voluto raccontare alla sua classe la sua storia, al fine di spiegare che quando la gente usa quella parola come un insulto, sta parlando anche di lui

COMMENTI

WORDPRESS: 0