Lisbeth Salander, la protagonista di “Uomini che odiano le donne”

Lisbeth Salander, la protagonista di “Uomini che odiano le donne”

Lisbeth Salander, coprotagonista di 'Uomini che odiano le donne', è una donna che con coraggio affronta le sfide che la vita le mette davanti.

Lisbeth Salander è la coprotagonista, assieme a Mikael Blomkvist, di una delle saghe poliziesche più famose dell’ultimo decennio: ‘Uomini che odiano le donne’.

lisbeth salander uomini che odiano le donne 

La protagonista Lisbeth Salander

Minuta, alta un metro e cinquanta, tatuata e con percing: questa è l’immagine di Lisbeth Salander di ‘Uomini che odiano le donne‘, il primo volume della saga Millenium, la celebre saga nata dalla penna di Stieg Larsson. Ha un passato difficile e una situazione familiare complicata alle spalle: una storia e un’infanzia pesante. “Lisbeth Salander era la persona più asociale che avesse mai incontrato”, questa la descrizione del giornalista Mikael Blomkvist. Blomkvist e Salander, nel corso del primo capitolo della saga, Uomini che odiano le donne, diventeranno partner e assieme cercheranno di risolvere il mistero della famiglia Vanger.

Lisbeth e i tutori 

Il carattere complesso di Lisbeth è frutto dal suo passato. Una storia ricca di violenze, ricoveri e perizie psichiatriche. Compiuti i diciotto anni la dichiarano incapace di badare sé stessa e la affidano a un tutore, Holger Palmgren. Il primo capitolo di Millenium ha luogo quando lei ha venticinque anni. E’ in questa fase che il suo storico tutore viene colpito da un ictus. Il tribunale le affida uno nuovo, Nils Bjurman, completamente diverso dal precedente. Bjurman è un sadico e un violento, ma Lisbeth (interpretata al cinema da Noomi Rapace) non si lascerà sopraffare da lui.

Gli insegnamenti di Lisbeth Salander

Lisbeth Salander è una giovane donna, forte e fragile al tempo stesso. Nonostante tutti gli abusi che ha subito, non smette di lottare. Combatte le sue battaglie e aiuta Mikael Blomkvist con determinazione. Lisbeth Salander ci insegna che non bisogna mai piangersi addosso e che nonostante i problemi della nostra vita, tutte le difficoltà sono da affrontare e superare. Qualcuno ne ha di più grandi, ma è proprio questa la sfida. Ognuno di noi, dentro, scavando a fondo, troverà la forza e il coraggio di saltare gli ostacoli che incontrerà sul proprio percorso, proprio come la protagonista di ‘Uomini che odiano le donne‘.

COMMENTI

WORDPRESS: 2
  • comment-avatar

    […] di “Harry Potter e la pietra filosofale” (sì, ragazzi, il primo capitolo della saga del maghetto più famoso di tutti i tempi compie vent’anni!), J.K. Rowling invita lettori […]

  • comment-avatar

    […] una cosa che colpisce subito quando si prende in mando questo libro. La copertina ipnotizza e non si riesce subito a sfogliarlo. Guardandola ci si perde fra le […]