Lilt, una pagaiata contro il tumore

Il 22 giugno 2013 un equipaggio di 22 donne si armerà di pagaia e sfiderà le acque salmastre del lago di Sabaudia per varare il proprio Dragon Boat, l'imbarcazione che è diventata il simbolo del grande progetto solidale portato avanti dalla Sezione di Latina della LILT (Lega Italiana della Lotta contro i Tumori) e finalizzato alla riabilitazione e alla reintegrazione sociale delle donne che stanno combattendo il cancro.

Il 22 giugno 2013 un equipaggio di 22 donne si armerà di pagaia e sfiderà le acque salmastre del lago di Sabaudia per varare il proprio Dragon Boat, l’imbarcazione che è diventata il simbolo del grande progetto solidale portato avanti dalla Sezione di Latina della LILT (Lega Italiana della Lotta contro i Tumori) e finalizzato alla riabilitazione e alla reintegrazione sociale delle donne che stanno combattendo il cancro.

L'invito all'evento di Sabaudia

-Il “Gruppo Donna Più”

L’idea è nata nel 2010 dal “Gruppo Donna Più” della LILT di Latina (capeggiato dalla fisioterapista Dott.ssa Anna Maria De Cave e seguito da un team di professionisti volontari della LILT) e dal Circolo dei Canottieri di Sabaudia, che curano l’ attività motoria in palestra, attività di linfodrenaggio, di massoterapia e naturalmente di Dragon Boat sul lago di Sabaudia, per un totale di oltre 5000 prestazioni l’anno.
Forti di un sostegno del genere, donne di tutte le età che hanno lottato e stanno lottando contro il tumore al seno hanno deciso di affrontare questo percorso particolare per dimostrare che la lotta continua, che è possibile raggiungere l’altra sponda e di ritrovare la serenità e la possibilità di godersi ancora la vita, anche se è necessario superare un ostacolo che appare così insormontabile come il cancro.

-Un percorso condiviso attraverso lo sport

Sostenute nelle gare e negli allenamenti dalla positività e dalla competenza dell’allenatore Antonello Emiliozzi, le componenti del gruppo Donna Più hanno dunque deciso di allenarsi e di continuare la propria riabilitazione a stretto contatto con la suggestiva natura pontina e con altre donne affette da tumore, che con il tempo sono diventate anche compagne. L’esperienza di squadra maturata all’interno del Dragon Boat, ha contribuito infatti a rinforzare il fisico e gli animi delle partecipanti, tutte unite verso il traguardo comune della guarigione. Inoltre, spiegano dalla Lilt, il gruppo Donna Più ha conquistato più volte il titolo di Campione di Italia del “Gruppo Donne in Rosa Federazione Italiana Dragon Boat“: un risultato importante che, grazie alla solidarietà di terapisti e istruttori e alla volontà di queste atlete improvvisate, sarà un giorno raggiunto anche nella lotta contro il cancro.

Mirko Malgieri

Newer Post
Older Post

COMMENTI

WORDPRESS: 0