Le proprietà benefiche dei legumi

Le proprietà benefiche dei legumi

Fagioli, piselli, fave, ceci, lenticchie, soia, lupini e arachidi sono le numerose varietà di legumi disponibili in natura dalle molteplici funzioni nutrizionali ed extra nutrizionali.

Insonnia estiva: come combatterla
Viaggiare con lentezza
Ginseng: l’alleato naturale per combattere lo stress

Classificazione dei legumi – Fagioli, piselli, fave, ceci, lenticchie, soia, lupini e arachidi sono le numerose varietà di legumi disponibili in natura dalle molteplici funzioni nutrizionali ed extra nutrizionali.
Arriva la stagione invernale e sulla tavola, si sa, tra zuppe e minestre il modo per mangiare i legumi si trova sempre.
Contrariamente a quanto si possa immaginare i legumi hanno moltissime proprietà benefiche e aiutano a proteggere il nostro organismo da patologie più o meno importanti.

legumi-proprietà

Proprietà benefiche dei legumi: funzione energetica, apporto glucidico e apporto lipidico – La più nota proprietà benefica è quella relativa alla sua funzione energetica e all’apporto glucidico piuttosto moderato tanto che il consumo dei legumi è particolarmente indicato per chi ha problemi relativi ad un elevato indice di zuccheri nel sangue o per chi soffre di diabete.
L’apporto proteico di questi cibi è analogo a quello delle proteine animali mentre quello lipidico è piuttosto moderato e riguarda soprattutto i grassi cosiddetti “buoni” quelli cioè polinsaturi.

I legumi proteggono da molte malattie – I legumi sono inoltre ricchi di Sali minerali e vitamine. Abbondano infatti di ferro, potassio, fosforo e contengono la vitamina B1, PP, líacido folico e la vitamina H.
La presenza cospicua del ferro rende questi alimenti particolarmente indicati per le donne che soffrono di anemia.
Nonostante l’assunzione dei legumi produca fenomeni di meteorismo – aria nella pancia- e flatulenza mangiarne in gran quantità aiuta a contrastare il colesterolo riducendone l’assorbimento, protegge il nostro organismo dal tumore al colon e dai casi di stitichezza occasionale ed ha un’importantissima funzione nel contrastare le dislipidemie, quelle particolari patologie legate ad una presenza anomala di lipidi nel sangue.