La prostituzione minorile in Burkina Faso

La prostituzione minorile in Burkina Faso

Un fenomeno in crescita – Paese con un tasso di analfabetismo al 74%, un'aspettativa di vita di 52 anni circa, una mortalità infantile dell'86 per mil

Un fenomeno in crescita – Paese con un tasso di analfabetismo al 74%, un’aspettativa di vita di 52 anni circa, una mortalità infantile dell’86 per mille, il Burkina Faso oggi è anche teatro di un allarmante fenomeno in crescita: la prostituzione minorile e lo sfruttamento di bambini a scopo di lucro. Il diffondersi di quest’ennesimo caso di violazione dei diritti umani non sarebbe collegato allo sviluppo del settore turistico, che sarebbe rimasto costante negli ultimi anni. La prostituzione minorile in Burkina Faso costituisce un lucroso sistema sotterraneo, in quanto il Paese ha adottato una legislazione atta a contrastare lo sfruttamento sessuale dei bambini, senza contare che la società accetta soltanto i rapporti sessuali tra coniugi.

bambini-burkina-fasoBambini rapiti – Il Burkina Faso figura anche tra i Paesi che hanno ratificato la Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti del Bambino del 31 agosto 1999, impegnandosi a proteggere i bambini da abusi sessuali e altre forme di sfruttamento. Eppure nel Paese è in atto una delle peggiori violazioni dei diritti umani, tanto più grave in quanto danneggia proprio i più piccoli. Sono molti, purtroppo i bambini che ogni anno vengono adescati da rapitori e sfruttati come lavoratori a basso costo o , peggio, inseriti nella rete della prostituzione minorile. Spesso, inoltre, sono gli stessi genitori che abbandonano i propri figli (soprattutto le femmine) perchè impossibilitati a mantenerli. Soli e senza nessuno a proteggerli, i piccoli diventano facile preda della rete della prostituzione.

Altre violazioni – Oltre ai bambini, altri soggetti a rischio e spesso vittime di violazioni e soprusi sono le donne. Considerate subalterne rispetto all’uomo, in Burkina Faso le donne non possono avere soldi propri né svolgere un’attività lavorativa, il loro compito è solo quello di crescere i figli e lavorare nei campi. Sono molte, inoltre, le donne costrette a sopportare le gravi conseguenze dell’infibulazione, alla quale vengono costrette a sottoporsi.

COMMENTI

WORDPRESS: 0