The invisibles: amori al buio

The invisibles: amori al buio

The invisibles: gli invisibili dei primi del '900 finalmente vengono portati alla luce

Sébastien Lifshitz, autore del libro edito da Rizzoli, “The invisibles: vintage portraits of love and pride”, è un regista e scenografo francese, molto attento al tema dell’omosessualità, infatti, il tema principale dei suoi film è legato al mondo LGBT. Come regista si è sempre distinto per l’originalità e la forza con le quali affronta temi molto delicati, queste caratteristiche hanno fatto sì che Sèbastien Lifshitz si aggiudicasse numerosi premi.

the invisibles

The invisibles: vintage portraits of love and pride” è una raccolta di fotografie reperite dal regista francese nei mercatini e collezionate con cura. Sèbastien è rimasto affascinato e colpito dalle immagini che gli si presentavano, non solo per la bellezza delle stesse, ma per il coraggio e l’orgoglio con i quali persone omosessuali, reali o presunte, mostravano il loro amore anche agli inizi del ‘900, periodo non certo semplice da vivere per le coppie non eterosessuali. Nel 2012, il regista, aveva già diretto un film dal titolo simile “Les invisibles”, che raccontava storie di coppie omosessuali vissute a cavallo tra le due guerre mondiali in Francia. Nel 2013 il film vinceva il premio per il miglio documentario sia ai Cèsar sia agli Èoiles d’or.

the invisibles 1

Dalla collezione di Sébastien Lifshitz vengono mostrate delle immagini di straordinaria bellezza, rese ancora più spettacolari se si pensa al periodo in cui sono state scattate. Ironia, orgoglio e amore, ecco cosa traspare da questi straordinari ritratti di una realtà nascosta nei primi anni del secolo scorso. Donne e uomini fieri di fronte all’obiettivo mostrano il loro amore. Ritratti che non possono non catturare l’attenzione di chi li vede per la prima volta, non sorprende, quindi che Sébastien Lifshitz abbia deciso di raccogliere questa splendida collezione in un libro che costituisce una ricchezza non solo artistica ma anche culturale. Amori vissuti al buio da “the invisibles” dei primi del ‘900 ora sono stati portati alla luce.

COMMENTI

WORDPRESS: 0