India: Madhu Kinnar, la prima sindaca transgender

India: Madhu Kinnar, la prima sindaca transgender

In India, e più precisamente nella città di Raigarh, è stata eletta per la prima volta una sindaca transgender.

La prima sindaca transgender in IndiaMadhu Kinnar, di 35 anni, è stata eletta sindaca della città di Raigarh, entrando a tutti gli effetti nella storia come la prima sindaca transgender. Grande passo avanti per il mondo dei transgender, specialmente se si pensa che in India l’omosessualità è ancora ritenuta un reato, punito con multe e detenzione in carcere. Madhu Kinnar, il cui nome da uomo era Naresh Chauhan, si è presentata come indipendente, e prima di diventare sindaca si guadagnava da vivere cantando e ballando sui treni.

madhu-kinner-sindaca-transgenderLe parole di Madhu Kinnar – “Ho vinto investendo un piccolo budget, grazie al supporto della gente” ha dichiarato la prima sindaca transgender dopo che l’Indian National Congress ha cercato di sminuire la sua vittoria, sottolineando che si trattava più che altro della sconfitta del partito di Narendra Modi. “Tante persone hanno dimostrato di avere fiducia in me. Questa vittoria è il segno del loro amore e benedizione. Ce la metterò tutta per realizzare i loro sogni” ha, inoltre, affermato Madhu Kinnar. “I poveri stanno con me, ma mi prenderò cura di tutti i cittadini di Raigarh” ha aggiunto, spiegando di aver ricevuto un grande ed inaspettato supporto durante la campagna elettorale.

Grande vittoria per i transgender – Secondo l’Indian National Congress, la vittoria di Madhu Kinnar è dovuta più che altro alla stanchezza degli elettori del BJP, partito di Narendra Modi, spesso accusatto di corruzione ed incapacità. Ma l’elezione come sindaca di Raigarh di Madhu Kinnar è ufficialmente entrata nella storia, segnando una grande svolta per la comunità dei transgender. Dopo un anno dalla sentenza della Corte Suprema che ha riaffermato il principio dell’omosessualità come reato, cancellando anni di battaglie civili, la prima sindaca transgender segna un’incredibile punto di partenza verso il cambiamento.

COMMENTI

WORDPRESS: 0