Il Giudice Meschino, anticipazioni prima puntata

Il Giudice Meschino, anticipazioni prima puntata

Questa sera su Rai Uno alle 21.10 andrà in onda Il Giudice Meschino, film tv con Luca Zingaretti

Il Giudice Meschino – Questa sera su Rai Uno, alle 21.10, andrà in onda la prima puntata del film-tv Il Giudice Meschino. Il film tv, diretto da Carlo Carlei e tratto dall’omonimo libro di Mimmo Gangemi, vedrà come protagonista principale Luca Zingaretti. L’attore romano, noto al pubblico per Il Commissario Montalbano, interpreterà il “giudice meschino” Alberto Lenzi, un uomo pigro, indolente e cinico, che per troppi anni ha messo in secondo piano il suo lavoro per dedicarsi alla “bella vita”. Nel cast, accanto a Luca Zingaretti, ci saranno Andrea Tidona (il pubblico ministero Giacomo Fiesole), Paolo Briguglia (Michele Brighi) e Gioele Dix (Giorgio Maremmi). Il maresciallo Marina Rossi sarà invece interpretato da Luisa Ranieri, moglie di Zingaretti nella vita reale, che torna a lavorare con lui dopo il film-tv, galeotto del loro amore, Cefalonia (andato in onda nel 2004).

il-giudice-meschino-cast

Il giudice meschino, anticipazioni prima puntata – Alberto Lenzi (Luca Zingaretti) è pubblico ministero alla Procura di Reggio Calabria e ha fama di amante  delle donne più che del lavoro. Separato dalla moglie, ha un figlio piccolo con il quale non ha nessun rapporto. Ha una relazione, che vuole tenere segreta, con il maresciallo dei carabinieri Marina Rossi (Luisa Ranieri). A causa di un evento luttuoso, la vita lavorativa e privata di Alberto Lenzi cambia radicalmente.

Il giudice meschino – Con Il Giudice Meschino si parlerà per la prima volta, in televisione, di rifiuti tossici. Proprio per questo, il giudice Alberto Lenzi (Luca Zingaretti) tornerà a svolgere la sua professione con serietà e massimo impegno. Del suo personaggio, Zingaretti dice a Rai.tv: <<C’è sempre qualcosa che mi affascina nella vicenda di un uomo che ha smesso di decidere per la propria vita, è andato alla deriva, anche se questa deriva l’ha nascosta a se stesso chiamandola “bella vita”, e poi a un certo punto per un evento qualsiasi che gli attraversa la strada, decide di riappropriarsi della propria vita>>.

COMMENTI

WORDPRESS: 0