Giornata Mondiale contro il cancro: “Io sono, io sarò”

Giornata Mondiale contro il cancro: “Io sono, io sarò”

Il 4 Febbraio è la Giornata Mondiale contro il cancro

La Giornata Mondiale contro il cancro si celebrai dal 2000 ogni anno il 4 Febbraio, è una ricorrenza che è stata istituita dall’Unione mondiale contro il cancro per promuovere la ricerca, la prevenzione, per la sensibilizzazione e per garantire servizi migliori ai pazienti. L’UICC, Unione Mondiale contro il cancro, è nata a Ginevra nel 1933 ed è un’organizzazione non governativa e ha la missione di ridurre le morti per tumore.

4 Febbraio: Giornata Mondiale contro il cancro

Alla Giornata Mondiale contro il cancro aderiscono diverse organizzazioni, associazioni ed enti tra cui la LILT, Lega italiana per la lotta contro i tumori, un ente Pubblico su base associativa che opera sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, sotto la vigilanza del Ministero della Sanità ed opera senza scopi di lucro e ha come compito primario la prevenzione oncologica. Attualmente nel mondo si registrano 14milioni di nuovi casi di cancro ogni anno che, secondo le stime, nel 2030 diventeranno quasi il doppio 27,4 milioni. Inoltre ben 8,2 milioni di persone muoiono per un tumore e la cifra è destinata a crescere fino ai 13 milioni di vittime previste per il 2030, quando il cancro sarà la prima causa di morte. Per la LILT la prevenzione rimane lo strumento per combattere i tumori, e quando si parla di prevenzione si parla di quotidianità cioè regole semplici da seguire ogni giorno.

World Cancer Day 2019: I Am and I will

I Am and I Will è lo slogan adottato per il triennio 2019-2021 per invitare tutti i cittadini a prendersi le proprie responsabilità, con un unico messaggio tradotto in tutte le lingue: «Chiunque tu sia, hai il potere di ridurre l’impatto del cancro per te, per le persone che ami e per il mondo. È tempo di prendere un impegno personale» è questo il messaggio del World Cancer Day. «Quasi la metà dei decessi avviene prematuramente: quattro milioni di morti hanno infatti tra i 30 e i 69 anni, spiegano i coordinatori del World Cancer Day, per questo è fondamentale fare tutto il possibile per non ammalarsi. Servono azioni urgenti da parte delle istituzioni, maggiore sostegno governativo e più finanziamenti per programmi di ricerca, prevenzione, diagnosi e trattamento. Bisogna però anche aumentare la consapevolezza e cittadini, saper riconoscere dei sintomi sospetti e arrivare a una diagnosi precoce può salvare la vita, sviluppare strategie di prevenzione efficaci, perché ognuno si impegni a fare scelte salutari». Uno slogan importante che non lascia indifferenti ma che dovrebbe far venir voglia di mettersi all’opera perché il potere è nelle mani di tutti anche nelle nostre, anzi soprattutto nelle nostre. La prevenzione aiuta a non ammalarsi, non rimaniamo indifferenti.

COMMENTI

WORDPRESS: 0