Fiorella Mannoia e Amref per le madri africane

Fiorella Mannoia e Amref per le madri africane

Fiorella Mannoia è testimonial per il secondo anno della campagna di Amref “Stand up for african mothers”, che da oggi fino al 16 novembre raccoglie fondi per la salute di madri e bambine in Africa e la formazione professionale di 15 mila ostetriche entro il 2015.

Fiorella Mannoia è testimonial per il secondo anno della campagna di Amref  “Stand up for african mothers, che da oggi fino al 16 novembre raccoglie fondi per la salute di madri e bambine in Africa e la formazione professionale di 15 mila ostetriche entro il 2015. ”Costruire un pozzo è una piccola cosa per noi europei, quasi niente. Per una comunità africana può significare la vita. Per aiutare l’Africa cominciamo da piccole cose”, ha detto la cantante. Già nel 2012 la Mannoia aveva realizzato un video per la campagna Amref dal titolo ”Le donne sono il futuro dell’Africa’‘, che raccontava il suo viaggio in Kenya, negli slum di Nairobi fra baracche di plastica e lamiere, o fra i villaggi di capanne fatte di paglia e fango.

Amref, Stand up for African Mothers

Fiorella e l’Africa, un richiamo istintivo – E del suo viaggio la cantante parla anche nel reportage scritto di suo pugno e pubblicato oggi da Metro: “Il mio Kenya”. Qui, racconta la decisione di partire dopo anni di studio e interessamento per l’Africa, per cui sentiva “quasi un richiamo”. “L’impatto è stato diverso dall’attesa, come spesso accade”, spiega la cantante. “Non basta immaginare le cose, occorre viverle. E quando ho messo i piedi su quella terra rossa, quando ho sentito quel calore secco e forte che ti avvolge il corpo, quando ho visto il popolo africano nella sua terra, quando ho mangiato con loro riso e pollo, tutto ha confermato il mio legame. Quasi fosse un’appartenenza, un’eredità della vita, un patrimonio genetico di emozioni”. Della sua passione, anche politica, per il continente africano, la Mannoia aveva già parlato qualche settimana fa durante la presentazione dell’ottobre africano 2013, di cui è stata scelta come madrina.

La campagna Amref – “Purtroppo sono ancora tantissime le donne che muoiono in Africa ogni anno proprio per mettere alla luce un figlio: 162.000 il tragico numero di morti per maternità, che vuol dire anche orfani e famiglie spezzate”, spiega la cantante nel suo reportage. “In molti dei posti che ho visto ma anche nel resto del continente sotto l’equatore, le ostetriche sono figure chiave nella salute riproduttiva: si formano più rapidamente di un medico e sono molto flessibili nell’assistenza delle maternità”, ed è per questo motivo che la Mannoia sostiene “Stand up for african mothers”: “per salvare centinaia di migliaia di mamme e i loro bambini”. Fino al 16 novembre si possono donare 2€ con un sms al 45506 oppure 2 o 5 € chiamando allo stesso numero da un telefono fisso.

COMMENTI

WORDPRESS: 2
  • comment-avatar

    […] di Cavaliere del Panafricanismo, proprio per aver divulgato la figura di Sankara, ed è andata in Kenya con Amref, associazione con cui continua a […]

  • comment-avatar

    […] ha intrapreso numerose battaglie per la difesa dei diritti umani affiancando Emergency nelle iniziative in Africa. Ha partecipato a più eventi di beneficenza dando il suo contributo alle popolazioni terremotate […]