Diffondere la cultura: Premio Simpatia 2014 al maestro col bibliomotocarro

Diffondere la cultura: Premio Simpatia 2014 al maestro col bibliomotocarro

Il 29 maggio 2014 il ‘Premio Simpatia 2014’ verrà assegnato al maestro Antonio La Cava che ha lanciato l’iniziativa culturale della ‘biblioteca itinerante’ a bordo del suo bibliomotocarro.

Diffondere la cultura: Premio Simpatia 2014 al maestro col bibliomotocarro – Il 29 maggio 2014 il ‘Premio Simpatia 2014’ verrà assegnato al maestro Antonio La Cava che ha lanciato l’iniziativa culturale della ‘biblioteca itinerante’ a bordo del suo bibliomotocarro. Accolto con benevolenza da stampa, giornali e trasmissioni televisive, ha rinnovato il modo di diffondere la cultura. Ex insegnante di scuola elementare, ha allestito la sua Ape con una vasta collezione di libri rivolti a tutte le età. In particolare, il suo obiettivo è quello di diffondere la cultura tra i giovani per stimolare la lettura e incentivare la conoscenza, utilizzando uno strumento senz’altro originale quale quello del bibliomotocarro.

diffondere la cultura

Un’idea nata nel 1999 – Quella del bibliomotocarro è un’idea nata nel 1999. “Mi sono sempre sentito maestro di strada e ho sempre sentito la necessità della scuola di uscire fuori” – spiega il maestro Antonio La Cava, e aggiunge: “Spesso la disaffezione della lettura nasce nelle aule: nelle scuole insegnano a leggere, la lettura tecnica, ma questa non è accompagnata dall’amore; leggere un libro deve essere un piacere, non un dovere”. Partendo dal suo paese natio Ferrandina, l’insegnante percorre le strade della Basilicata a bordo della sua Ape trasformata in una casetta celeste, trasportando circa 1200 volumi in costante aggiornamento.

il bibliomotocarro

“I libri hanno messo le ruote” – “I libri hanno messo le ruote” è lo slogan con cui il maestro porta avanti il suo progetto. Predilige mete quali le scuole, cercando di trasmettere quella passione innata in lui che gli vale da ampie vedute culturali. Trasporta libri per l’infanzia, perché “Chi legge da piccolo diventa grande”, libri per grandi, perché ad ogni età si ha bisogno di immergersi nella lettura, e libri per adolescenti, che sono i più avidi di sapere. Grazie al maestro Antonio La Cava, possiamo ricavarne un grande insegnamento: quando è la passione per la conoscenza a farne capo, una semplice idea può diventare una grande iniziativa.

COMMENTI

WORDPRESS: 1
  • comment-avatar

    […] e hanno uno scopo solo se c’è qualcuno che li legge. In Italia –e non solo- è un esigenza diffondere la cultura: salviamola. Leggere libri è il miglior investimento che si possa fare, anche per noi […]