Dalla psicologia giuridica alla psicologia dello sport: le principali specializzazioni

Dalla psicologia giuridica alla psicologia dello sport: le principali specializzazioni

Quali sono i principali percorsi di specializzazione a cui è possibile accedere per chi desidera studiare psicologia?

Da sempre la psicologia viene confusa erroneamente con la psicologia clinica, ossia quella disciplina che tratta il paziente, che nell’immaginario collettivo si trova sdraiato su di un divano con le mani congiunte sul petto. Niente di più sbagliato, la psicologia clinica rappresenta una delle tante specializzazioni a cui è possibile accedere dopo il conseguimento della laurea in psicologia. Premesso che si tratta di una disciplina ampia, oggi il conseguimento del titolo di dottore in psicologia apre la strada a numerose e nuove prospettive lavorative attraverso l’istituzione di specifici e mirati percorsi post-laurea che vanno dai classici Master di I e II livello, ai corsi di perfezionamento fino alla scuola di specializzazione.

L’iscrizione a questi corsi potrà avvenire sia attraverso le modalità tradizionale sia attraverso le Università che si avvalgono della modalità didattica e-learning. Questa modalità non solo è stata la protagonista indiscussa dell’istruzione scolastica e accademica negli ultimi due anni, ma ha fatto sì che tutti gli studenti potessero fare esperienza dei benefici connessi alla DaD soprattutto per gli studenti universitari fuori sede o che già hanno un impiego. Per questa ragione ad oggi il numero di iscritti presso questi Atenei è cresciuto in maniera esponenziale, un esempio è dato dall’Università telematica Niccolò Cusano. Gli obiettivi di una laurea in psicologia sono legate alla costrizione delle basi del sapere psicologico attraverso l’acquisizione di conoscenze teorico-applicative partendo dai fondamenti storici e metodologici, e proseguendo con la psicobiologia, la psicologia dello sviluppo e dell’apprendimento, la psicologia sociale, del lavoro e delle organizzazioni, la psicologia dinamica e clinica. Questi obiettivi ovviamente cambiano a seconda della specializzazione a cui si accede.

Ma quali sono i principali percorsi di specializzazione a cui è possibile accedere?

Dopo aver conseguito il titolo di laurea triennale o magistrale, il neolaureato potrà accedere a diverse specializzazioni che prevedono non solo la possibilità di attivare una formazione post-laurea tradizionale ma anche campi di formazione decisamente più innovativi. Oltre alla specializzazione in psicologia clinica che si basa per un approccio esclusivamente diagnostico, il dottore in psicologia potrà optare per una specializzazione in psicologia forense, ossia quella branca della psicologia che si applica ad alcuni aspetti giudiziari ove ne emergano la necessità in termini di valutazione/perizia giudiziaria.

Altra specializzazione che unisce il diritto alla psicologia è quella in criminologia, si tratta di quella disciplina che unisce la psicologia al diritto attraverso lo studio dell’atto criminoso considerando gli aspetti psicologici di tutte le persone coinvolte, la vittima e il colpevole, il luogo e il contesto in cui il fatto criminoso è avvenuto ed altro. Anche nello sport l’approccio psicologico è fondamentale. In tal senso si parla di Psicologia dello sport la quale studia gli aspetti psicologici, sociali, pedagogici e psicofisiologici afferenti al mondo dello sport e più nello specifico con riguardo agli sportivi.

Oltre a queste specializzazioni “classiche”, l’innovazione tecnologia e la digitalizzazione delle aziende e del mondo del lavoro in generale, ha coinvolto anche la psicologia prevedendo da un lato la presenza di specialisti che si occupano non solo del benessere psicofisico dei lavoratori, e dall’altro specialisti che operano nel settore del marketing e della comunicazione. Parliamo di figure professionali che hanno l’obiettivo di analizzare le più efficaci strategie nelle campagne pubblicitarie al fine di attirare il target di riferimento.

In conclusione, a differenza di qualche ventennio fa dove la laurea in psicologia garantiva pochi sbocchi lavorativi, oggi il conseguimento di questo titolo consente l’accesso ad un’ampia offerta sul mercato del lavoro spaziando dalle specializzazioni più classiche a quelle più innovative.

COMMENTI

WORDPRESS: 0