Concerto 2.0: nella metro di New York si suona a distanza col wi-fi (VIDEO)

Concerto 2.0: nella metro di New York si suona a distanza col wi-fi (VIDEO)

Musicisti della metro di NY in un concerto 2.0.

Concerto 2.0- L’avvento della tecnologia digitale ha invaso ormai tutti i campi, dai costumi di Halloween alle denunce dei reati. Tutto è digitale, tutto è tecnologico e soprattutto, tutto è connesso. Per riprendere alcune parole del discorso all’umanità di Charlie Chaplin ne Il grande dittatore: “la natura stessa di queste invenzioni…reclama…l’unione dell’umanità”. Unire è la parola chiave. Internet, social netowork, connessione, wi-fi. Queste parole hanno il sapore di un futuro che è già arrivato, un futuro non fatto solo di macchine, ma di uomini che uniscono le loro abilità in nome di una ricerca, di una passione, di un progresso e di un cammino comune. In questo solco, si può collocare la bellissima esperienza vissuta da alcuni musicisti di New York: un concerto 2.0.

concerto

Concerto 2.0: musica e wi-fi- I vari musicisti che popolano la metropolitana di New York sono stati protagonisti di un’originalissima, e per molti versi geniale, esperienza: hanno eseguito una performance comune attraverso l’uso del wi-fi, ognuno  posizionato in un punto diverso della metro. Il progetto in questione si chiama Signal Strengh, ed è stato guidato dai filmmakers Anita Anthonj e Chris Shimojima, con l’obiettivo di mettere in risalto il talento degli artisti della metro della Grande Mela. I musicisti sono stati diretti da un maestro, che, al posto della tradizionale orchestra composta da persone sedute con lo strumento in mano, si è ritrovato a dirigere un’insieme di computer. L’esperimento è stato un successo, ed è stato ripreso da più parti sul web. Immaginate quanto lavoro debba esserci dietro una tale coordinazione. Ma l’importante è il risultato finale, e quello è stato senza dubbio qualcosa di straordinario. Il progetto è stato ribattezzato “la prima orchestra wi-fi di New York”. Chissà se tale metodo di esibizione verrà ripreso da altri musicisti nel mondo. Quel che è certo è che l’esibizione dei musicisti della metropolitana di New York non verrà dimenticata.

COMMENTI

WORDPRESS: 0