Banca del latte materno: una nuova speranza per i bimbi prematuri

Banca del latte materno: una nuova speranza per i bimbi prematuri

“Nutrici”: è così che si chiama la nuova banca del latte materno sorta a Milano

Le hanno dato come nome “Nutrici”: è così che si chiama la nuova banca del latte materno sorta a Milano grazie al contributo della campagna di sensibilizzazione di Esselunga che, coinvolgendo molti negozi del gruppo, è riuscita a raccogliere donazioni per oltre 696 mila euro a favore di questo ambizioso progetto. Il nome non è stato scelto a caso, così come ha ben spiegato il direttore del reparto di Neonatologia e Terapia intensiva neonatale del Policlinico di Milano, Fabio Mosca: “Nutrici – è ciò che ci chiedono i prematuri, ovvero di nutrirli affinché recuperino nello sviluppo, ma è anche il termine indicato per definire donne che donano il proprio latte a bambini che non sono loro figli. I bambini che nascono pre-termine sono molto delicati e il latte materno donato riduce l’incidenza delle infezioni e di gravi patologie intestinali. Per questo la Banca è importante: alle mamme che vogliono partecipare alla raccolta forniamo un tiralatte e tutto il materiale necessario e garantiamo, grazie a Human Milk Link, il ritiro a domicilio tramite un’Ape car e la consegna sicura alla nostra Banca”.

latte-materno

L’importanza del latte materno per la crescita dei nostri figli

Ogni anno in Italia nascono all’incirca 35mila bambini prematuri, molti dei quali non hanno la possibilità di attaccarsi al seno materno poiché le loro madri sono ancora sprovviste di latte e dunque non possono allattarli. È stato oramai dimostrato che il latte materno risulta essere un alimento insostituibile soprattutto per i primi mesi di vita, visto che è fondamentale per minimizzare i rischi di gravi complicanze dell’apparato digerente e respiratorio del piccolo, serve a ridurre il pericolo di infezioni, e allo stesso tempo serve ad ottimizzare lo sviluppo neuro-cognitivo e prevenire l’insorgenza di intolleranze alimentari.

Banca del latte materno: come funziona

Tutte le neo mamme possono decidere di donare un po’ del loro latte materno finché allattano il loro figlioletto nel primo anno di vita. Come ha ben spiegato Fabio Mosca, “forniremo un tiralatte, le boccette per la raccolta, tutto il materiale e le informazioni necessarie. E garantiamo settimanalmente, con il servizio Human Milk Link, il ritiro a domicilio e la consegna sicura alla nostra banca”. Una volta arrivato a destinazione, il latte materno viene pastorizzato e viene controllato e analizzato per accertarsi che sia utilizzabile e che contenga tutte le proprietà nutritive di cui un bimbo prematuro ha bisogno. Successivamente viene custodito in alcuni speciali freezer che ne permettono la conservazione.

COMMENTI

WORDPRESS: 1
  • comment-avatar

    […] mondo, dove la tecnologia medica è praticamente assente, le probabilità di sopravvivenza di un neonato prematuro sono praticamente nulle. Allo stesso modo, i neonati prematuri che riescono a  sopravvivere al […]