Artissima, Torino: la fiera dei giovani in 190 gallerie da tutto il mondo

Artissima, Torino: la fiera dei giovani in 190 gallerie da tutto il mondo

Artissima, Torino: si apre oggi la ventesima edizione della fiera dei giovani che conta 190 gallerie da tutto il mondo. Torino si riempie di bellezza.

190 gallerie da tutto il mondoArtissima, Torino: compie vent’anni la fiera dei giovani che conta 190 gallerie da tutto il mondo. È la seconda edizione del nuovo volto femminile di Artissima Sarah Cosulich Canarutto, direttore artistico dall’edizione 2012, trentanovenne con un brillante curriculum alle spalle che conta il Centro d’Arte Contemporanea di Villa Manin, Berlino, Londra e la 50esima biennale di Venezia sulle arte visive. “Ci si aspetta dunque uno tsunami dell’arte contemporanea che invaderà la città, radicandosi nei suoi centri nevralgici, pervadendola di forme, visioni, video e performance.” scrive la Stampa.

Artissima-Torino
Largo ai giovani– E si può dire finalmente, per una volta, largo ai giovani: Main section, New Entry, Back to the Future e Present future sono le sezioni di questa grande iniziativa, 5° nel mondo per qualità e progettualità, che si apre oggi a Torino. Le parole chiavi? Giovani e internazionalità. La Canarutto spiega come sia fondamentale Back to the future, dedicata alle mostre dagli anni 60 agli 80 che non sempre hanno avuto la visibilità meritata, ma che hanno influenzato enormemente i giovani artisti di oggi.

Risposta alla crisi– In un Italia che non sempre dà spazio all’arte e non sempre dà spazio ai giovani, Torino porta un grande vento di movimento, di bellezza, di apertura. Le mostre arrivano dal Brasile, dal Medio Oriente, Africa, Asia, oltre che dal mondo occidentale e solo 1/3 sono italiane. “Nell’ottica delle difficoltà economiche italiane abbiamo voluto reagire e lavorare cercando di coinvolgere il più possibile nuovi Paesi” spiega la direttrice “il coinvolgimento di gallerie straniere ci permette di arrivare ai collezionisti internazionali di paesi che mai saremmo riusciti a raggiungere”. La fiera durerà una settimana e vuole essere una grande risposta alla crisi: dimostrare come ancora sia possibile fare cose e fare cose belle. L’arte e i giovani sono una delle più grandi fonti di ricchezza dell’Italia: è giunto il momento di dare loro il valore che gli spetta.

COMMENTI

WORDPRESS: 0