Annullata eutanasia per lo stupratore e omicida Frank Van Den Bleeken: aveva chiesto lui la “dolce morte”

Annullata eutanasia per lo stupratore e omicida Frank Van Den Bleeken: aveva chiesto lui la “dolce morte”

"Se sarò rimesso in libertà mi comporterò allo stesso modo. Dovrò stare seduto qui a marcire? Preferisco l'eutanasia"

Frank Van Den Bleeken non potrà usufruire dell’eutanasia – Lo stupratore e omicida belga Frank Van Den Bleeken doveva morire l’11 gennaio tramite eutanasia perchè incapace di reprimere e contenere i suoi pericolosi impulsi sessuali. L’uomo aveva affermato che questi impulsi, uniti ai suoi gravi problemi psichiatrici, rendevano le condizioni della sua permanenza in carcere “disumane”. Invece, in questi giorni, i medici hanno deciso che Frank Van Den Bleeken non verrà sottoposto ad eutanasia ma dovrà continuare a vivere. Frank Van Den Bleeken si trova in prigione da 30 anni per omicidio e stupro e per tre anni aveva richiesto di poter morire. Alla fine la sua richiesta era stata accolta da una commissione di medici. Tuttavia proprio essi hanno deciso di bloccare il trattamento dopo averlo comunicato al ministro della Giustizia belga, Koen Geens. Le sorelle della vittima si erano opposte all’eutanasia sostenendo che l’uomo sarebbe dovuto marcire in prigione.

frank van den bleeken

L’uomo era condannato all’ergastolo per un omicidio e diversi stupri a danni di ragazzine – Frank Van Den Bleeken, ora 52enne, nel 1989 violentò e strangolò una ragazza 19enne in un bosco ad Anversa. La madre della ragazza morì dal dolore poco dopo il tragico fatto. Frank Van Den Bleeken, durante il periodo di carcere, aveva dichiarato di non poter riuscire a contenere i suoi istinti e, con essi, la violenza: “Se sarò rimesso in libertà mi comporterò allo stesso modo, sono un pericolo pubblico. Che cosa dovrò fare, stare seduto qui a marcire fino all’ultimo giorno della mia vita? Preferisco l’eutanasia”. La richiesta dell’uomo era stata accolta. L’eutanasia in Belgio è legale dal 2002 e nel 2013 c’è stato il record dei casi, giunti a quota 1.807.

Frank Van Den Bleeken era stato inizialmente collocato in una struttura psichiatrica – Frank Van Den Bleeken, nel 1989 era già colpevole di molestie sessuali ma era a piede libero. Dopo aver confessato ed essere stato riconosciuto colpevole per lo stupro e l’omicidio della 19enne di Anversa venne tuttavia giudicato incapace di intendere e di volere e finì in una struttura di detenzione ad hoc. Dopo soli 7 anni però, a Frank Van Den Bleeken viene dato il permesso di tornare in libertà. Dovrà violentare altre tre vittime, fra cui una ragazzina di 11 anni, perchè venga condannato all’ergastolo.

 

COMMENTI

WORDPRESS: 0