Altaroma, domani si aprono le sfilate nella Capitale

Altaroma, domani si aprono le sfilate nella Capitale

Altaroma è alla sua trentacinquesima edizione, quest'anno tra i nomi delle maison Gattinoni e Balestra.

AltaRoma make up: le modelle di Nino Lettieri
AltaRoma AltaModa 2016: gli eventi in programma da non perdere
AltaRoma si prepara per il 2016

Altaroma – Domani 30 gennaio 2015 iniziano i quattro giorni più fashion della capitale. Altaroma Altamoda  si riconferma l’evento simbolo dello stile italiano, tra sfilate, eventi e mostre. Le collezioni presentate saranno impreziosite ancora di più dalle magiche location romane. In questa edizione le maison d’alta moda saranno tredici, sfileranno i modelli di Balestra, Giada Curti, Gattinoni e molte altre firme. Altaroma alla sua trentacinquesima edizione si sposta dalla tradizionale cornice di Santo Spirito in Sassia, verso Spazio Altaroma che sarà allestito vicino all’Auditorium Parco della Musica.

altaroma

Altamoda e non solo – L’intento di questo evento è sempre stato la promozione dei prodotti italiani, soprattutto dell’alto artigianato. I quattro giorni di Altaroma  sono uno spazio espositivo eccezionale anche i nuovi designer e giovani artigiani. Molti sono i nuovi talenti emersi nelle passate edizioni . Who’s on next? è diventato l’ambito trampolino di lancio nel mondo della moda, i partecipanti di quest’anno sono cinque, Greta Boldini, Piccione.Piccione, Project149, Quattromani, Daizy Shely. La cornice delle loro sfilate sarà il Maxxi, il Museo Nazionale delle arti del XXI secolo. Si fonderanno così arte e moda, sullo sfondo della mostra ‘Bellissima, l’Italia dell’alta moda 1945-68’ un omaggio a Made in Italy che ha sempre vestito donne bellissime.

Scuole di moda e mostre – La manifestazione romana si arricchirà anche della presenza delle scuole romane di moda, come lo IED, L’Accademia di Costume e Moda, L’accademia dei Sartori e delle Belle Arti di Frosinone. Arte e moda è sono un legame indissolubile nella capitale, Patrizia Fabbri presenterà al Maxxi la sua installazione ‘Un secolo di forme – il cappello made in Italy’. In collaborazione con IUAV Design della moda è nata ‘Desiderio e Disciplina’ un’esposizione che ci porta oltre la semplice idea di moda. Il mondo della moda non è solo progettazione, diventa uno sguardo oltre il presente che prova ad anticipare il futuro.