Aerosol: come convincere il bambino a sottoporsi al trattamento?

Aerosol: come convincere il bambino a sottoporsi al trattamento?

L’aerosol, è un metodo terapeutico, in grado di veicolare microparticelle di soluzione fisiologica o farmaci che, dalle mucose di naso e bocca, riescono a giungere fino ai bronchioli.

Che cos’è l’aerosol – L’aerosol, è un metodo terapeutico, in grado di veicolare microparticelle di soluzione fisiologica o farmaci che, dalle mucose di naso e bocca, riescono a giungere fino ai bronchioli. Si ottengono ottimi risultati, in un modo non invasivo e riducendo l’utilizzo di altri farmaci. Nei bambini piccoli, va usato su prescrizione medica, in caso di patologie delle vie respiratorie alte (naso, gola, laringe, trachea), quali tossi, faringiti, catarro e raffreddore; oppure, in caso di patologie delle vie respiratorie basse (bronchi), come bronchiti e le bronchioliti.

aereosol nei bambini

Come si fa l’aerosol nei bambini piccoli – Per effettuare in modo corretto un aerosol ad un bambino, occorre lavarsi bene le mani; inserire nell’ampolla il farmaco prescritto dal medico, prelevandolo con una siringa sterile e diluendolo nell’ampolla in circa 2 – 3 ml di soluzione fisiologica. Bisogna applicare il tubo al compressore e sistemare in bocca il boccaglio, oppure, nei bambini sotto i 2-3 anni di vita, si può far aderire la mascherina sul viso. A questo punto, si esegue l’aerosol fino all’esaurimento della soluzione contenuta nell’ampolla.  Alla fine di ogni aerosol, è consigliabile lavare il viso del bambino, far risciacquare la bocca e lavare l’ampolla, il tubo e il boccaglio o la mascherina.

Come convincerli a sottoporsi al trattamento –  Per convincere il bambino a sottoporsi al trattamento, un sistema consiste nel distrarre il bambino avendo cura di mantenere la mascherina a non più di cinque centimetri dalla bocca: a seconda dei gusti e della personalità del bambino, si può scegliere una canzoncina, una storiella, che fanno dimenticare il medicamento. Fare il trattamento davanti lo specchio, può aiutare mamme e papà, che tenendo il bambino in braccio, lo tranquillizzano e intanto controllano la posizione; oppure mettere il dvd del cartone preferito. L’aerosol può essere un aereo che vola dalla bocca del genitore a quella del bambino; oppure si può costruire una torre di macchinine, bamboline o pupazzetti, in equilibrio sull’aerosol e vedere quando cade con le vibrazioni dello strumento.

COMMENTI

WORDPRESS: 0