25 novembre: Giornata internazionale contro la violenza verso le donne

25 novembre: Giornata internazionale contro la violenza verso le donne

Il 25 novembre è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Elencati eventi in Italia per questa data.

25 novembre, commemorazione – Il 25 novembre si celebra la giornata mondiale contro la violenza verso le donne in seguito al femminicidio delle sorelle Mirabal durante lo stesso giorno, nel 1960. Il 25 novembre 1960 le sorelle Mirabal, impegnate per ottenere la libertà secondo ideali di donne libere contro la dittatura di Rafael Leonidas Trujillo in Repubblica Dominicana, recandosi a visitare i loro coniugi in prigione, furono fermate da agenti del servizio d’informazione militare. Attirate in un luogo nascosto lì vicino furono torturate, picchiate e brutalmente uccise; infine i loro corpi furono gettati a bordo della loro auto in un precipizio per simulare un incidente. Il 17 dicembre del 1999 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha istituito il 25 novembre la giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

immagine creata da Aleksandra Stosic

Eventi 25 novembre 2014 – Per sensibilizzare contro la violenza verso le donne, ogni anno vengono organizzate delle iniziative in tutta Italia. L’Università degli Studi di Torino in quest’occasione si concentra sul rapporto tra violenza e rete dedicando le lezioni del 25 alla tematica in questione. A Bologna è atteso il 25 novembre lo sciopero delle donne presso piazza XX Settembre, con successivo corteo. A Roma presso il Senato della Repubblica, Palazzo Giustiniani, l’associazione “Donne in rete” intende promuovere una riflessione trasnazionale sulle strategie di prevenzione riconoscendo il ruolo importante dei Centri antiviolenza delle donne.

 

Il dramma dei femminicidi – Purtroppo le iniziative, gli eventi e i seminari sono ancora troppo pochi perché si sensibilizzi riguardo una tematica così urgente quale l’importanza dell’eliminazione della violenza contro le donne. Molto spesso vengono organizzati convegni ufficialmente aperti a tutti ma con scarsa affluenza a causa di un linguaggio difficile; la presenza reale è alla fine solo di persone impegnate in queste tematiche o addirittura di accademici, col risultato che si parli della questione sempre tra le solite persone. C’è la necessità di affrontare il grave disagio sociale della violenza contro le donne in una modalità che investa tutti proprio perché una donna uccisa ogni due giorni (134 femminicidi solo nel 2013) è un lutto per tutti e per tutte, non solo per le donne.

Immagine creata da Aleksandra Stosic

COMMENTI

WORDPRESS: 6
  • comment-avatar

    […] è uno dei temi caldi di quest’ultimo periodo, sopratutto ora che si avvicina la data del 25 novembre, la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Ieri, 18 novembre, è stato presentato alla […]

  • comment-avatar

    […] 2013 è stato l’anno nero del femminicidio – Il 25 Novembre si avvicina e dopo aver parlato del report “Rosa shocking. Violenza, stereotipi…e altre […]

  • comment-avatar

    […] una quindicenne è stata adescata in chat e violentata – Alla vigilia della Giornata Nazionale Contro la Violenza delle Donne, una ragazzina di soli quindici anni è stata adescata su Internet da un uomo di quarantaquattro […]

  • comment-avatar

    […] messaggio di Lucia Annibali per questo 25 Novembre – In occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, Lucia Annibali, avvocatessa sfregiata con l’acido dall’ex fidanzato, ha inviato un […]

  • comment-avatar

    […] Cristiana incinta costretta a sfilare nuda in Pakistan –  Una donna di 28 anni, incinta e cristiana, è stata costretta dal suo datore di lavoro a sfilare nuda in pubblico perché, a suo dire, non avrebbe adempiuto in modo adeguato al suo dovere e quindi avrebbe deluso le sue aspettative. Secondo quanto riferito dall’agenzia Fides, la donna, residente nella colonia cristiana di Rana Town, ha perso il bambino durante questo atto di violenza. E’ stata costretta a camminare per trenta minuti senza vestiti, in quanto non avrebbe soddisfatto le esigenze del suo datore di lavoro, per il quale svolgeva il compito di domestica. Questa notizia è emersa il 25 Novembre, proprio durante la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne. […]

  • comment-avatar

    […] Ognuno/a agisce a proprio modo, ma lo fa incamerando gli input che la società fornisce. Se il numero di femminicidi in Italia è così alto, forse dovremmo dare spazio a soluzioni alternative a questo dramma […]