The Assassination of Gianni Versace: quanto c’è di vero?

The Assassination of Gianni Versace: quanto c’è di vero?

Da domani negli Stati Uniti d'America andrà in onda sul canale FX la seconda stagione di American Crime Story con Penelope Cruz e Ricky Martin, The Assassination of Gianni Versace.

American Horror Story 4: tutte le novità della quarta stagione
The Walking Dead: nuovo personaggio femminile in arrivo
Lady Gaga, pubblicità natalizia con Tony Bennett per la cantante

Una delle serie televisive evento di quest’anno sta per essere trasmessa domani sera sulla rete televisiva statunitense FX. In questa seconda stagione di American Crime Story – The Assassination of Gianni Versace, si presta ad essere una versione molto più astratta della storia originale, tant’è vero che la stessa Donatella Versace ha raccontato di quanto la serie non sia veritiera rispetto ai fatti.

The Assassination of Gianni Versace: la nuova stagione di American Crime Story

Questa seconda stagione si può definire davvero liberamente ispirata ai reali fatti accaduti, non si può dire che sia una vera e propria ricostruzione dei fatti dettagliata. Dopotutto si sa, quando lo show business ci mette lo zampino, la storia viene spesso e volentieri stravolta e c’era da aspettarselo. A rendere il tutto piacevole ci pensa proprio il ricco cast composto da volti noti. Ad interpretare Donatella Versace c’è l’attrice spagnola Penelope Cruz che, a vedere le immagini, ricorda molto la giovane Donatella; mentre Edgar Ramirez indossa i panni di Gianni Versace. Ciliegina sulla torta, Ricky Martin, il cantante latino che ha fatto battere il cuore a molte generazioni, interpreta Antonio D’amico, amante di Versace.

The Assassination of Gianni Versace Penelope Cruz e Ricky Martin

The Assassination of Gianni Versace: sarà dura reggere il confronto con la prima stagione

Se si parte già col presupposto che The Assassination of Gianni Versace possa in qualche modo tradire la realtà degli eventi, allora sarà un po’ difficile per il pubblico fidarsi di questa seconda stagione di American Crime Story. Il caso O.J. Simpson è riuscito a far immergere lo spettatore fin nel profondo della storia, cercando di esplorare al meglio il personaggio di Andrew Cunanan e cercare di comprendere effettivamente perché ha fatto quello che ha fatto: la sua storia, il suo processo, tutto accompagnato da un violento destino. La seconda stagione riuscirà a reggere il confronto?

Ricky Martin sulla seconda stagione di American Crime Story: “Viene trattata l’omofobia.”

Come già detto, Ricky Martin interpreta colui che è stato il compagno di vita di Gianni Versace per ben quindici anni, Antonio D’Amico. Il cantante e attore latino racconta di quando stava girando una scena sulla spiaggia che lo ha riportato a ricordare la sua vita prima del coming out: “Durante una scena Gianni sta per cadere e io mi avvicino per fargli da sostegno, ma lui mi allontana per paura dei paparazzi. Questa scena mi ha riportato indietro con la memoria. Credo di aver in comune con il mio personaggio in The Assassination of Gianni Versace la voglia di giustizia per Gianni. Sento che questa storia deve essere raccontata, si parla di omofobia, odio e dell’indifferenza che affrontano le vittime.”. Questo secondo capitolo potrà essere d’aiuto a tutte le persone che hanno paura di uscire allo scoperto, infondendo la giusta forza che ha fatto andare avanti Gianni Versace e Antonio D’Amico durante gli anni trascorsi insieme.

The Assassination of Gianni Versace con Ricky Martin