Solo: Emilia Clarke badass nello spin-off di Star Wars

Solo: Emilia Clarke badass nello spin-off di Star Wars

Quest'anno sarà il momento dello spin-off di Star Wars dedicato ad un dei personaggi più amati della saga cinematografica, Han Solo e ad accompagnarlo durante il suo viaggio sarà Qi'ra (Emilia Clarke), una donna forte e indipendente con un duore d'acciaio.

Doctor Who: natale al Polo
Game of Thrones spoiler: Jon Snow è vivo
Game of Thrones 7×06 recensione: Jon Snow e Daenerys fanno sognare i fan

La nuova trilogia di Star Wars è ormai totalmente female centric, con i suoi personaggi femminili di grande rilievo e dalla grande forza, sia fisica che mentale. Di conseguenza anche i vari spin-off si apprestano ad avere, al loro interno, figure femminili di tutto rispetto come quello di Emilia Clarke in Solo: A Star Wars Story.

Solo: A Star Wars Story, racconta il suo ruolo girl power

L’attrice che ha interpretato Daenerys Targaryen ne Il Trono di Spade (Game of Thrones), Emilia Clarke sarà Qi’ra, una possibile fiamma, nel film dedicato interamente ad Han Solo, prima della Principessa Leia. Quando uscirà il film sarà sicuramente tutto più chiaro sul ruolo interpretato dalla Clarke, per il momento descrive il suo personaggio come “Una vera eroina badass con un cuore del tutto d’acciaio”, dopotutto non ci si poteva aspettare niente di diverso dall’indiscussa e venerata Madre dei Draghi. “C’è una forte presenza femminile in questo film. Han è circondato da moltissime forti donne. Il viaggio di Qi’ra sarà verso la scoperta di se stessa, alla ricerca della sua forza interiore che le servirà per la sopravvivenza. Dopotutto non è la protagonista, quindi per evitare che fosse oscurata del tutto doveva essere per forza un personaggio forte con un proprio cammino.”

Solo: A Star Wars Story Emilia Clarke

Il film dedicato ad Han Solo segue la scia della nuova trilogia

Già in Star Wars: Il rosveglio della forza (The Force Awakening) è stata introdotta quella che è diventata la nuova protagonista dell’amatissima saga di Guerre Stellari. Rey è un’orfana che lotta per la sopravvivenza su un pianeta ricoperto dalla maggior parte di sabbia e che è costretta ad essere ‘schiava’ della vita locale, fino a quando non riesce a prendere in mano la situazione e finalmente rischiare per una prospettiva di vita migliore. È il primo Jedi ad essere una donna ed è la prima donna che affronterà di petto il Lato Oscuro della Forza. Qi’ra non farà parte della schiera dei guerrieri Jedi, ma comunque si appresta a compiere grandi azioni e finalmente si può dire che anche le donne inizino ad avere più rilevanza nei blockbuster che, la maggior parte delle volte, sono pensati per un pubblico prevalentemente maschile.

Solo: la rappresentazione delle donne nei film fantascientifici

Finalmente non si tratta solamente di capelli fluenti, un bel fisico e il trovarsi costantemente in pericolo. Negli ultimi anni le donne, soprattutto nei film action, stanno ricoprendo dei ruoli di rilievo senza essere in qualche modo sessualizzate e viste semplicemente come un oggetto di piacere per via della bella presenza, come ad esempio nella saga cinematografica di Hunger Games, dove Katniss Everdeen (Jennifer Lawrence) è pronta a giocarsi il tutto per tutto pur di farsi valere. Decisamente un personaggio femminile quasi anonimo, senza essere circondato da stereotipi ed è stato proprio grazie a questa grinta che il film è stato un successone. Finalmente fanno vedere nelle trasposizioni cinematografiche che anche le donne valgono e che possono cavarsela anche senza il classico Principe Azzurro.